Nord America ed Europa Controllano l’88% di tutti i nodi di rete di fulminazione, ricerca ricerca

Il Nord America e l’Europa controllano quasi l’88% di tutti i Nodi della Rete Lampo Bitcoin. La maggior parte di essi si trova nei grandi centri urbani.

Man mano che l’adozione dei Bitcoin cresce sempre più, aumentano le preoccupazioni sulla necessità di soluzioni di scalabilità. Lightning Network è il più importante sviluppo di secondo livello attualmente disponibile sulla blockchain Bitcoin Compass, e sembra che i nordamericani siano i demografi preferiti per questa soluzione di micropagamento incentrata sull’efficienza.

Il Lightning Network è una soluzione di secondo livello attualmente in fase di sviluppo. Si concentra sulla creazione di canali tra pari che permettono transazioni quasi istantanee ed estremamente economiche senza la necessità di registrarla sulla blokchain. Il denaro viene bloccato su un portafoglio per essere disponibile sul Lightning Network, e una volta che un utente ha bisogno di avere i suoi gettoni sulla blockchain Bitcoin, il canale viene chiuso e la blockchain registra una transazione dal portafoglio originale a quello finale senza registrare ciò che è successo nel mezzo.

Il Nord America e l’Europa dominano la rete dei fulmini

Secondo un rapporto dell’Università di Vienna, il 45% di tutti i nodi del Lightning Network è gestito in Nord America, con una grande maggioranza negli Stati Uniti. Lightning Labs, il principale sviluppatore di questa soluzione di ridimensionamento, è registrato in quel paese. Blockstream, la più grande società di sviluppo della Bitcoin, è registrata in Canada.

L’Europa è la seconda regione della lista, con il 43,1% dei nodi del mondo. Il resto dei nodi è distribuito tra Asia (6,2%), Oceania (2,2%), con il Sud America e l’Africa che condividono rispettivamente una piccola frazione dello 0,8% e dello 0,6%.

Il contrasto tra il numero di nodi e l’adozione del Bitcoin è notevole. L’America Latina ha un alto tasso di adozione del Bitcoin, secondo i dati raccolti da Chainalysis. Tuttavia, ha poco meno dell’1% dei nodi di Lightning Network. Anche l’Africa mostra un quadro simile, con un alto volume di scambi e di adozioni, ma con poco interesse per il sistema dei micro-pagamenti.

I canali condividono i legami culturali

Un’altra importante scoperta è che Lightning Network è diventato molto popolare nei grandi centri urbani. I ricercatori ritengono che ciò sia dovuto principalmente alla migliore infrastruttura e connettività, che facilita il funzionamento dei nodi:

Abbiamo potuto osservare che l’LND è popolare in quasi tutti i paesi e abbiamo anche dimostrato che all’interno di un paese i nodi formano dei cluster attorno alle città e si espandono nelle loro aree metropolitane. Anche le infrastrutture giocano un ruolo significativo nella distribuzione dei nodi all’interno di un continente o di un paese.

Si sono anche resi conto che molti dei nodi aprono canali con coetanei che parlano la stessa lingua o hanno culture simili. Ad esempio, l’80% dei canali di pagamento dell’Argentina sono condivisi con l’Uruguay, il 10% con il Perù e circa il 4% con Cile e Venezuela.

Un fenomeno culturale simile si verifica ad altre latitudini: Il Kenya, ad esempio, condivide oltre il 70% dei suoi canali con il Sudafrica, mentre la Cina deve condividere i canali con Taiwan e Hong Kong, la Croazia con la Repubblica Ceca e la Bulgaria e il Messico con Colombia, Cile, Porto Rico e Argentina.

L’Etereum cresce più velocemente di Newtork

Nonostante sia stato messo in ombra dall’hype DeFi, Lightning Network continua a crescere costantemente. Secondo i dati del sito di tracciamento del Lightning Network 1ML, ci sono attualmente oltre 14200 nodi di Lightning Network in funzione. La rete ha una capacità di oltre 1039 BTC.

Tuttavia, queste statistiche sono state recentemente superate da una soluzione alquanto eterodossa: Il numero di gettoni Bitcoin sintetici in circolazione sulla rete dell’Ethereum superava già il valore totale dei gettoni che si muovevano sulla Rete del Fulmine.